Ribera del Duero – Te quiero mucho

Quando penso alla Spagna, penso sempre ai vini grandi, pesanti, scuri, con le spalle larghe… E soprattutto i vini della Ribera del Duero, una regione vinicola del nord-ovest della Spagna. La zona è situata sul fiume Duero, che conosciamo dal Portogallo (Douro) e a causa dell’alta quota è molto caldo d’estate e molto freddo d’inverno. Dal 1982 la Ribera del Duero ha lo status di DO.

Il clima in Ribera del Duero

C’è una citazione che descrive molto bene la Ribera del Duero e siccome l’ho sentita tante volte, ne ho abbastanza, ma la condividerò comunque con voi perché descrive troppo bene il clima di questa regione vinicola. Un famoso viticoltore della zona una volta disse: A Ribera del Duero sono nove mesi di inverno e tre mesi di inferno. Ecco fatto. 

Ora state pensando, come diavolo fa a reggere quell’uva? Il fatto è che il terreno è argilloso e contiene molta acqua, quindi non muoiono per la siccità. E il sole caldo? Per fortuna c’è solo di giorno, di notte le temperature scendono molto. A volte c’è una differenza di quaranta gradi tra il giorno e la notte. Le grandi differenze di temperatura tra il giorno e la notte spesso fanno sì che gli aromi dell’uva si conservino molto bene e i vini di questa zona sono pieni di espressione. 

L’uva

Il vitigno di questa zona è il noto Tempranillo, qui chiamato Tinto Fino o Tinta del Pais. Spesso un vino Ribera del Duero è composto per il 75% da Tempranillo, il restante 25% può essere integrato con vitigni francesi come il Cabernet o il Malbec. Buono a sapersi; L’uva Albillo è l’unico vitigno bianco benvenuto al festival del rosso. 

I vini della Ribera del Duero sono decisi, corposi e con molto tannino. A causa della frescura delle notti, gli acidi rimangono presenti nel vino, quindi non diventa mai ingombrante o noioso. 

Invecchiamento e regolazione

Come la Rioja, i vini si dividono in Joven, Crianza, Reserva e Gran Reserva.

Joven: da 3 a 12 mesi di stagionatura del legno. Il vino è giovane, schizza fuori dal bicchiere sia nel colore che nell’odore (molti frutti di bosco) e può essere un po’ rigido. 

Crianza: è maturato per almeno 12 mesi in botti di legno ed è quindi più rotondo e pieno, ha note di vaniglia, frutti di bosco maturi ed è piacevolmente succoso.

Riserva: questi vini sono maturati per 36 mesi, di cui almeno 12 sono stati affinati in rovere. Grazie all’invecchiamento, i vini sono eleganti, complessi e potenti. Gli aromi sono più pieni e più terrosi dei loro predecessori fruttati. 

Gran Reserva: questa varietà matura per non meno di 5 anni! Minimo 36 mesi in botti di legno. Questi sono i veri e propri vini potenti che sono ancora morbidi e bevibili con una bella speziatura. 

Hai sete?

I miei preferiti della Ribera del Duero sono quelli di Bodegas Arzuaga – La Planta e tutti i vini di Pago de los Capellanes.