Parliamo di Tartufo – quale vino con il tartufo

pasta met truffel

Non molto tempo fa ho corso tra le montagne boscose della Campania inseguendo un cane di media taglia che – tra la pipì e la defecazione – ogni tanto scavava un tartufo. 

Sono una di quelle persone benedette su questa terra che hanno in famiglia un vero cacciatore di tartufi. Mio zio Vittorio, italiano, ha cinque cani e va regolarmente a scavare questo oro nero dalla terra (a volte è un lavoro duro). 

Dopo un’ora di caccia al tartufo.

Cosa significa questo per me? Un freezer sempre pieno di tartufi neri. Una frase della mia vita quotidiana: “Niente pasta al tartufo stasera, ho già fatto colazione con un uovo fritto al tartufo stamattina”. Lo so. Invidiosi, eh?

Ora passiamo all’ordine del giorno perché in generale qui parlo di vino, quindi cosa si beve con il tartufo? 

All’inizio si comincia con un vino che non è troppo aromatico, perché lo è già il tartufo. Anche molti acidi non sono necessariamente raccomandati. Inoltre, è bello cercare nel vino il carattere terroso del tartufo e quando il vino è invecchiato un po’, è certamente una buona cosa. 

Vino rosso

Dato che i tartufi nel mio freezer sono di origine italiana, mi viene subito in mente un bel bicchiere di Nebbiolo. Che sia un buon Barolo, un Barbaresco o un “semplice” Nebbiolo Langhe. Anche i vini Marchigiani meno conosciuti sono buoni candidati, specialmente il Rosso Piceno o il Rosso Conero. 

Se avessi una visione più ampia, un Pinot Nero di Borgogna francese naturalmente si accompagna in modo sublime con un bel piatto di tartufo. Con abbondanti piatti di carne conditi con fette di tartufo nero, un buon bicchiere di Bordeaux o uno spesso Châteauneuf-du-Pape potrebbero essere la ciliegina sulla torta. 

Vino bianco e tartufo

Per gli amanti del vino bianco si può abbinare un piatto al tartufo con un bel bicchiere di Chardonnay di Borgogna, una Falanghina o un Verdicchio invecchiato a legna (raccomando quello della Fattoria San Lorenzo ‘Casa delle oche’) o uno Champagne non troppo fresco. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su