Vini indiani – un’introduzione al Karnataka

Anche se l’India non è ancora un nome famoso nel mondo del vino, negli ultimi anni l’industria vinicola indiana sta crescendo drasticamente. Alcuni dei marchi leader come Sula, Fratelli, Krsma, Grover zampa stanno davvero aprendo la strada a una rivoluzione.

Karnataka

La regione più significativa e dominante dell’India si trova nella parte occidentale del paese ed è conosciuta con il nome di Karnataka. Grazie alla sua posizione più vicina all’equatore, gode di requisiti vinicoli perfetti.

I 9700 ettari della regione del Karnataka hanno un clima molto adatto alla coltivazione della vite.

La maggior parte delle varietà piantate sono Sauvignon Blanc, Cabernet Sauvignon e Shiraz, che producono vini bianchi tropicali e vini rossi vivaci.

Clima

Il Karnataka coltiva l’uva fin dal XVIII secolo, cosa che è stata resa popolare dai cristiani nei secoli successivi. Il Karnataka è il secondo produttore di uva dell’India. La regione è nota per la coltivazione di diversi frutti e non solo di uva. Le regioni più importanti per la coltivazione dell’uva in Karnataka sono la Valle di Nandi, la Valle di Cauvery, la Valle di Hampi e la Valle di Krishna. Il clima del Karnataka è adatto alla coltivazione dell’uva. A causa delle dimensioni della regione varia in microclimi. Il Karnataka si estende per alcuni chilometri, se lo si confronta con l’Europa le regioni vinicole si estendono su diversi paesi. Ecco perché alcune zone del nord sono calde e tropicali, mentre il sud è mite.

Leggi di più su vini indiani.

Scritto da Dip

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su